Dal 2003 al 2009 è stata uno dei punti di riferimento della gamma Citroen, nonché una delle vetture compatte preferite dai team di rally. Si parla della C2, che in sei anni è stata venduta in 622.173 esemplari in tutta Europa.

Il suo nome evoca la leggendaria 2CV e, come l’illustre antenata, anche la C2 è stata una delle Citroen più popolari e accessibili del suo periodo. Ecco la sua storia.

Compatta e con soluzioni “intelligenti”

Lunga 3,67 metri e larga 1,66 m, la linea della C2 è caratterizzata da forme bizzarre e da un design contrastante tra la parte anteriore e quella posteriore. Se il look del frontale è definito da linee morbide e curve, dal montante B la vettura cambia in modo abbastanza radicale. I finestrini posteriori sono una delle caratteristiche più stravaganti della C2, che presenta anche una coda piatta e con forme squadrate.

Citroën C2 (2003-2009)

Citroën C2, il tre quarti posteriore

Tra l’altro, il portellone ha un’apertura doppia (come quello di BMW X5 e diverse Land Rover) per facilitare il posizionamento dei bagagli. Per modulare lo spazio posteriore, i sedili della seconda fila possono scorrere avanti e indietro, mentre la sponda inferiore del bagagliaio può sostenere fino a 100 kg.

Citroën C2 (2003-2009)

Citroën C2, il bagagliaio

L’abitacolo è ricco di personalità, con diversi tipi di rivestimenti e colori che creano un ambiente particolarmente vivace.

La gamma motori

La Citroen è stata prodotta in una varietà importante di motorizzazioni, a partire dal 1.1 da 60 CV che ha sempre rappresentato la soluzione entry level della gamma sin dai primi mesi di vendita. Rimanendo tra i propulsori a benzina, troviamo il 1.4 da 73 CV, mentre in un secondo momento è stata introdotta una variante da 88 CV, sempre da 1,4 litri.

Le versioni più potenti della C2 sono equipaggiate con un 1.6 declinato nelle potenze da 109 CV e 122 CV nelle rispettive varianti VTR e VTS. Quest’ultima consente prestazioni sportive interessanti, con uno scatto 0-100 km/h di 8,3 secondi.

Completano il listino le diesel 1.4 HDi e 1.6 HDi da 68 e 109 CV.

Citroën C2 (2003-2009)

Citroën C2 in versione rally

Come detto, la storia della C2 è legata anche al mondo dei rally, con la piccola francese che ha preso parte al Junior World Rally Championship permettendo alla Casa transalpina di vincere il titolo Costruttori nel 2005, mentre nel 2008 un giovanissimo Sebastien Ogier ha conquistato il titolo piloti. Tuttora, la Citroen è impiegata da diversi team in Europa per corse ed eventi locali, a testimonianza della sua grande versatilità.

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore