Ferrari e Red Bull vicinissime anche a Melbourne, con Carlos Sainz e Charles Leclerc davanti a tutti nelle FP1 e FP2, mentre Max Verstappen ha risposto nella simulazione del passo gara


8 aprile 2022

Nelle prime due sessioni di prove libere Ferrari e Red Bull hanno fatto il vuoto rispetto agli avversari. Se la F1-75 ha dimostrato nuovamente di essere una macchina facile da mettere a punto,  con Carlos Sainz e Charles Leclerc i più veloci nelle FP1 e FP2, Max Verstappen che dopo le difficoltà del mattino, si è inserito fra le due rosse nelle PL2, per poi lanciare la sfida al leader del mondiale nel long run. Invece non cambia la situazione in casa Mercedes che non riesce a risolvere il porpoising, con George Russell e Lewis Hamilton lontani anche dall’Alpine e da una McLaren in crescita.

Ferrari e Red Bull nella simulazione di qualifica, hanno evidenziato fin dal primo settore  ancora una volta, quali sono i loro punti di forza e le differenze fra loro. La F1-75 in curva si conferma più forte della RB18, con Leclerc che fa la differenza ed infligge un distacco di un decimo a Verstappen. Lontani dai compagni di squadra Sainz che peggiora il suo primo settore ed è più lento di Alonso, e Perez a tre decimi da Verstappen. Stessi intermedi di Norris e Ricciardo per Russell e Hamilton già a mezzo secondo da Leclerc, dopo soli ventisette secondi.

Come già visto a Jeddah e Sakhir, la situazione fra Red Bull e Ferrari si capovolge in rettilineo. Nel settore centrale Verstappen può sfruttare la maggiore velocità della RB18 rispetto alla F1-75, per annullare lo svantaggio su Leclerc ed essergli davanti di qualche millesimo, ed anche Perez è più veloce di Sainz. L’Alpine già molto su di motore, si conferma nel T2 con Alonso e Ocon più veloci delle due Ferrari. Mercedes ultima dei top team nel secondo settore, con Russell e Hamilton alle prese sia con il drag che con il saltellamento sul dritto, alle spalle di Norris e Ricciardo.

Nel T3 la F1-75 vola sfruttando la maggiore velocità in curva rispetto alla RB18, con Leclerc che torna davanti a Verstappen, e Sainz che fa il record nel terzo settore. La Red Bull nonostante abbia aumentato il carico nelle FP2, prende con Verstappen e Perez quattro decimi dalle Ferrari. Malissimo la Mercedes, in un tratto di pista dove non conta la power unit ma guidabilità e trazione, Russell e Hamilton oltre ad accusare otto decimi ed un secondo dalle Ferrari, sono molto dietro anche alle Alpine e McLaren. 

Verstappen risponde alle Ferrari nella simulazione del passo gara, dove nei pochi giri a disposizione a causa di una bandiera rossa è più veloce di due decimi di Leclerc. Stesso distacco che c’è fra Sainz, che non si conferma sui livello del giro secco e Perez, entrambi molto lontani dal ritmo tenuto da Verstappen e Leclerc. Stesso passo di Sainz per Alonso con Ocon che invece è stato l’unico ad utilizzare le hard. Buon long run anche per una McLaren tornata sui livelli dei test di Barcellona con Ricciardo meglio di Norris, invece la Mercedes fa un passo indietro rispetto al mattino, con Russell e Hamilton ultimi dei top team anche nel long run.

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore