La cronaca della gara minuto per minuto

21.55: Giro veloce di Hamilton, pit stop per Perez e Ricciardo.

21.54: Perez lascia passare Verstappen.

21.54: Sainz torna ai box.

21.53: Secondo pit stop per Verstappen, Hamilton torna leader della gara.

21.50: Bandiera verde.

21.50: Virtual safety car per rimuovere un pezzo in pista.

21.49: Leclerc è il secondo più veloce in pista e riduce a nove secondi il gap da Perez.

21.48: Hamilton guadagna un secondo a Verstappen.

21.47: Giovinazzi restituisce la posizione ad Alonso, mentre Vettel supera Russell.

21.46: Hamilton si porta a 3.7 da Verstappen.

21.45: Alonso cede la posizione a Giovinazzi per non rischiare di scontare una penalità di cinque secondi.

21.43: Verstappen perde altri sette decimi  nei confronti di Hamilton.

21.42: Hamilton riduce a 5.4 il distacco da Verstappen.

21.39: Sainz è vicinissimo a Ricciardo.

21.38: Alonso passa Giovinazzi e conquista l’11° posto.

21.36: Bottas supera Tsunoda e sale in 8° posizione.

21.35: Tsunoda e Bottas passano Stroll.

21.34: Sainz riduce a due secondi il distacco da Ricciardo, mentre Leclerc gira sui tempi di Perez.

21.32: Sempre sei secondi fra Verstappen e Hamilton.

21.30: Ruota a ruota fra Raikkonen e Alonso.

21.30: Bottas rientra ai box per la prima sosta.

21.28: Gasly rallenta e comunica via radio che ha un problema alle sospensioni.

21.26: Pit stop per Hamilton che rientra in pista alle spalle di Verstappen.

21.25: Sainz supera Vettel e si lancia alla caccia di Ricciardo.

21.24: Perez e Leclerc ai box, giro veloce di Verstappen.

21.23: Pit stop per Ricciardo e Sainz.

21.22: Verstappen supera Ricciardo e conquista la 4° posizione.

21.21: Prima sosta anche per Norris.

21.21: Pit stop di Verstappen a cui i meccanici Red Bull montano le gomme dure.

21.20: Ottimo giro per Sainz che con le soft è più veloce di Ricciardo e Leclerc.

21.18: Verstappen è di nuovo vicinissimo a Hamilton.

21.17: Sainz si riprende la 6° posizione superando Norris.

21.16: Alonso come Ocon decide di anticipare la prima sosta e passare alle hard.

21.15: Duello per la 14° posizione fra Vettel e Alonso.

21.13: Verstappen viene avvisato dai box che ha oltrepassato i limiti della pista in curva 13.

21.12: Leclerc porta a 2.1 il suo vantaggio nei confronti di Ricciardo.

21.11: Giro veloce di Hamilton.

21.10: Pit stop per Ocon che rientra in pista con le gomme dure.

21.07: Giro veloce di Verstappen che guadagna tre decimi a Hamilton.

21.07: Verstappen si avvicina a Hamilton.

21.06: Norris va lungo e rientra in pista 7°.

21.05: Sainz viene superato da Ricciardo. 

21.03: Hamilton  prende la testa della corsa davanti a Verstappen Perez e Leclerc.

21.00: La tensione sale: al via il giro di formazione. 

Sale l’attesa per il Gran Premio degli Stati Uniti che annuncia essere uno dei più importanti della stagione. Max Verstappen dopo aver riportato a nove anni da quella di Sebastian Vettel la Red Bull in pole ad Austin, vuole ripetersi anche in gara per aumentare il vantaggio nel mondiale e mettere le mani sul primo titolo della sua carriera.

Lewis Hamilton è obbligato ad impedirglielo e cercherà di attaccarlo fin dalla partenza. Il sette volte campione del mondo deve sperare che la Mercedes torni quella di Venerdì, per salire per la sesta volta in carriera sul gradino più alto del podio al Cota e tornare in testa al mondiale.

Sergio Perez, autore del miglior week end della stagione, proverà ad inserirsi nel duello come nelle prove ufficiali, ed in partenza cercherà di superare Hamilton per permettere a Verstappen di andare in fuga.

Al fianco del messicano ci sarà Charles Leclerc, che soltanto in gara visti i problemi di degrado gomme nel long run delle FP2, capirà se potrà prendersi quel podio sfuggito in Turchia. Il monegasco dovrà difendersi dal compagno di squadra Carlos Sainz, che deve sfruttare le soft con cui si è qualificato alla Q3 al via, per poi cercare di farle durare più a lungo possibile e non essere costretto ad un pit stop anticipato.

Avversaria della Ferrari la McLaren che vuole difendere il terzo posto della classifica costruttori, con Lando Norris che è deciso a rispondere a Daniel Ricciardo dopo il duello perso nelle prove ufficiali.

Obiettivo confermarsi in top ten alla bandiera a scacchi per le Alpha Tauri di Pierre Gasly e Yuki Tsunoda. A caccia di riscatto Esteban Ocon, vuole la zona punti anche Antonio Giovinazzi per mettersi in mostra davanti ai possibili nuovi proprietari dell’Alfa. Chiamati alla rimonta dal fondo della griglia e sicuramente regaleranno spettacolo, Sebastian Vettel, Fernando Alonso e George Russell. 

La gara inizierà alle 21.00 ora italiana.

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore