Il futuro di Fiat e Abarth è all’insegna dell’elettrico: a rivelarlo è stato Andreas Mayer, figura chiave di Stellantis in Germania. La volontà del Gruppo è quella di proseguire la strada dell’elettrificazione, anche nei modelli più sportivi.

Il piano strategico Stellantis Dare Forward 2023, non a caso, ha stabilito che a partire dal 2030 verranno vendute esclusivamente auto elettriche nel mercato europeo: per raggiungere questo obiettivo, Fiat avrà un ruolo fondamentale dell’elettromobilità del super Gruppo nato dalla fusione tra FCA e PSA.

Fiat e Abarth, il futuro è elettrico: la decisione di Stellantis

Andreas Mayer, il responsabile di Abarth, Fiat e Fiat Professional in Germania, ha parlato così del futuro dei tre marchi in chiave elettrica:

“Quest’anno riporteremo sulle strade tedesche sia la Fiat Panda che l’Abarth 600e – ha dichiarato Andreas Mayer in un’intervista concessa ad ‘Autohaus’ – nel nostro piano strategico Stellantis Dare Forward 2023, abbiamo stabilito che dal 2030 in poi venderemo in Europa solo auto completamente elettriche. A questo darà il suo contributo il marchio Fiat come leader dell’elettromobilità nel Gruppo Stellantis”.

Nell’intervista Mayer cita la nuova Abarth 600e, quella che è stata presentata come la vettura più potente di sempre nella storia del brand dello Scorpione, merito del powetrain da 240 CV, una potenza mai raggiunta prima d’ora da una vettura marchiata Abarth.

La versione di lancio della 600e Abarth è stata chiamata “Scorpionissima” e ha una tiratura limitata a 1949 esemplari, un omaggio chiaro all’anno di fondazione del brand ideato da Carlo Abarth. Oltre alla potenza, non mancano le solite caratteristiche che hanno fatto grandi le auto dello Scorpione, con soluzioni aerodinamiche concepite per raggiungere il massimo delle prestazioni.

Le novità: dalla “Pandona” al destino della 500

Le novità che riguardano il futuro di Stellantis in terra tedesca non finiscono qui: quando parla di Panda, Mayer non si riferisce al modello tutt’ora presente all’interno del listino Fiat, bensì alla “Pandona“, l’auto che verrà svelata il prossimo 11 luglio e che in gamma avrà anche una motorizzazione elettrica.

In merito alla Panda, presenza abituale in cima alle classifiche delle auto più vendute, Mayer ha spiegato: “Fiat Panda sarà ancora disponibile con il motore Euro 7, mentre le ultime Fiat 500 sono attualmente disponibili nelle versioni con i motori a combustione”.

Meyer, nel corso della lunga intervista rilasciata ai microfoni del portale tedesco ‘Autohaus’, ha dedicato un capitolo a parte alla Fiat 500, un modello che ha avuto un grande successo in Italia, in Europa e in tutto il mondo, conquistando in maniera particolare anche gli automobilisti tedeschi:

“La Fiat 500 è sul mercato in diverse versioni e con poche interruzioni dal 1954 e non abbiamo intenzione di eliminare la Fiat 500 dalla nostra gamma di modelli – ha spiegato il responsabile dei marchi Abarth, Fiat e Fiat Professional in Germania – per quanto riguarda il modello di Fiat 500 introdotto nel 2007 bisogna sbrigarsi perché non sono più molte le auto nuove in vendita in Europa. La Fiat 500e completamente elettrica è stata lanciata nel 2020 ma ha ancora molti anni davanti a sé e continuerà a essere sviluppata. La 500 appartiene alla Fiat e la Fiat appartiene alla 500″.

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore