Continua il botta e risposta tra Jos Verstappen e Christian Horner. Nessun veto dal team principal della Red Bull alla sua partecipazione alla Legends Parade di Spielberg


28 giugno 2024

La lotta a distanza tra Jos Verstappen e Christian Horner, nata al primo appuntamento stagionale della Formula 1 in Bahrain, prosegue con un altro botta e risposta. Secondo i media olandesi, infatti, il team principal della Red Bull avrebbe vietato al padre del tre volte campione del mondo di partecipare alla Legends Parade, che si terrà questo weekend prima del Gran Premio d’Austria al Red Bull Ring, a bordo della RB8. Ecco cosa ha risposto Horner nella conferenza stampa di oggi.

Jos Verstappen: “Mi sembra di essere all’asilo”

“Ci sarebbero dovute essere delle riprese, anche con un drone. Ma Horner voleva che non venissi inquadrato. Ma si può essere più infantili di così? Ho chiuso completamente con lui! Sembra di essere all’asilo. Avrei potuto girare in pista, ma mi sono rifiutato. Trovo tutto l’accaduto molto infantile e credo che dica molto dei comportamenti di Horner” ha attaccato Jos Verstappen, tornato nel paddock dopo mesi dall’ultima apparizione in Bahrain, questa mattina tramite formel1.nl, testata olandese,

“Mi hanno informato che la Legends Parade è organizzata dal circuito. Non c’era nessun veto da parte mia o qualcosa del genere” ha risposto il numero uno del team di Milton Keynes durante la conferenza stampa di questo pomeriggio. “I fan olandesi sono tra i migliori al mondo e questo è perché che sanno per Max è eccezionale, e il sostegno e la passione che hanno lo sono a loro volta. Basta vedere come ben attrezzati vengono ai campeggi, sai, sono fenomenali. Ed è bello vedere decine di migliaia di loro anche qui in Austria. Non penso che sia d’aiuto continuare a parlare di Jos perché siamo focalizzati al 100% su Max perché è lui il nostro pilota. È lui ad avere con contratto con noi e noi vogliamo solamente vincere Gran Premi con lui.

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore