Formula 1, Gp d’Austria 2024: vince Russell

Il Gp d’Austria 2024 di Formula 1 è stato molto emozionante, specialmente nella parte finale. Quello che stava per diventare il solito copione degli ultimi mesi, ossia Verstappen su Red Bull trionfatore, negli ultimi giri è stato completamente riscritto. Questo grazie alle scintille tra Verstappen e Norris su McLaren, che hanno dato vita a un vero e proprio duello rusticano. Risultato? Norris ha danneggiato la monoposto ed è stato costretto al ritiro, Verstappen è invece riuscito a recarsi ai box e a sostituire lo pneumatico danneggiato. Sforzo quasi inutile perché i commissari gli hanno inflitto 10 secondi di penalità. 

Alla fine, Verstappen si è portato a casa un quinto posto e il punto extra per il giro più veloce. Al contrario di Norris che invece è rimasto con nulla in mano. Tra i due litiganti il terzo gode: Russell su Mercedes ha approfittato di questa situazione e ha conquistato la sua seconda vittoria in carriera precedendo la McLaren di Piastri e la Ferrari di Sainz. Il bottino della Ferrari resta misero, con Leclerc che non è riuscito ad andare oltre l’11° posto.

Il Gp è inziato subito male per Leclerc, che ha danneggiato l’ala anteriore a seguito di un contatto con Piastri in curva 1. Il monegasco è stato costretto quindi a rientrare ai box per sostituire il componente rovinato. Partenza ok per Vestappen che comanda su Russell e Hamilton sulla Mercedes n°44. Dopo 4 giri Verstappen è al comando con 2″ su Norris e 3 su Russell, che precede Hamilton, Sainz, Perez, Piastri. Leclerc è invece penultimo. Al sesto giro Sainz passa Hamilton e si porta in quarta posizione. Al 14° giro Verstappen procede regolare in testa con un vantaggio di 5″ su Norris e 8 su Russell.

L’olandese della Red Bull è molto regolare nell’andamento, tanto che sembra preservare la sua monoposto. Tra il 22 e il 24° giro la prima tornata di soste che non cambia le carte in tavola. Alla 34ª tornata Verstappen ha 7″8 su Norris e 12″1 su Russell. Seguono Sainz, Hamilton, Piastri e Perez, con Leclerc che effettua la terza sosta. Colpo di scena al 52° giro: sosta lenta per Verstappen, che rientra in pista con un vantaggio di meno di 1 secondo su Norris. L’inglese va all’attacco con le gomme dure nuove contro le medie usate di Max. 

Alla 64ª tornata Verstappen e Norris si scontrano danneggiando entrambe le monoposto. Rientrano ai box ma Norris non riesce a proseguire la gara mentre Verstappen rientra in pista. Russell passa al comando con Sainz secondo che però viene subito attaccato da Piastri che gli soffia la posizione. Verstappen ricevere 10 secondi di penalità per essersi spostato di posizione nell’attacco di Norris e chiude al quinto posto.

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore