Grande inizio di week end per la Ferrari che ha avuto ottime indicazioni dalle prime due sessioni di prove libere del Gran Premio dell’Emilia Romagna, confermandosi sui livelli del Bahrain sul giro secco ma mettendo anche in mostra un ottimo passo gara.

Leclerc alla stampa ha espresso tutta la sua soddisfazione per la competitività dimostrata dalla SF21 in entrambe le sessioni. “Ci sono tanti aspetti positivi oggi, non è stato un giorno semplice ma la prestazione è stata ottima per me. Non siamo riusciti a fare una sessione completa di PL1 per un piccolo problema ma la macchina ha dato ottime sensazioni”.

Il pilota della Ferrari ha commentato anche l’uscita di pista negli ultimi minuti delle Fp2. “Nelle PL2 siamo stati molto competitivi, ci è stato cancellato un giro veloce per aver superato i limiti della pista di poco alla curva 9 ma la cosa più importante era che la prestazione c’era. E anche sul passo gara la vettura era buona. Poi ho commesso un errore alla Rivazza e sono andato a muro, meglio farlo ora che in gara”.

Giornata che fa essere positivo Leclerc in vista delle qualifiche di Sabato, e della gara di domenica. “La macchina non è cambiata per niente, ma dà sensazioni molto migliori in queste condizioni. La vettura va alla grande paragonata all’ultimo weekend di gara, mi piace il bilanciamento. Soprattutto rispetto all’anno scorso, è molto meglio come aderenza e bilanciamento, non vedo l’ora che arrivi domani“.

Sensazioni simili da parte di Carlos Sainz, che attraverso Sky Sport F1 ha parlato del suo debutto come pilota Ferrari ad Imola. “È stato un inizio più promettente rispetto al Bahrain. Oggi non sapevo cosa aspettarmi, con più freddo e asfalto meno abrasivo. Non sapevo come spingere ma ho visto che la macchina mi faceva spingere molto di più rispetto al Bahrain. Mi lasciava andare più vicino al limite senza sottosterzo-sovrasterzo. Miglioro ogni volta che vado in macchina. Avevo molto più grip in macchina rispetto al Bahrain, un Gran Premio che non mi ha particolarmente soddisfatto sotto il profilo dei risultati”. 

Lo spagnolo vuole fare meglio del Gran Premio del Bahrain. “A Sakhir sono arrivato ottavo, io voglio di più e penso che la squadra voglia di più. Ma sinceramente quando guardiamo il passo che ho avuto in tutto il weekend e come mi sono trovato con la squadra, con gli ingegneri, come sono andato veloce in tutte le sessioni, allora sono contento. Mi sento più vicino al limite di quanto mi aspettassi tre mesi fa“.

Foto Beppe Magni

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore