A poche ore dal ritorno a Maranello, la Ferrari ha scoperto cosa ha impedito a Charles Leclerc di prendere parte al Gran Premio di Monaco. A cedere nel giro di ricognizione non è stato nè il cambio nè il semiasse, ma il mozzo della posteriore sinistra.

Rottura che è stata dovuta all’errore del monegasco durante gli ultimi minuti delle qualifche alla Chicane delle Piscine, escludendo come aveva ipotizzato ai microfoni di Sky Sport F1 Mattia Binotto che il problema fosse scollegato all’incidente nel finale della Q3.

Invece è confermato quanto dichiarato dal Team Principal della Rossa, e che il mozzo della posteriore sinistra non è stato controllato se aveva subìto danni nè Sabato al termine delle prove ufficiali, nè Domenica mattina quando la Ferrari aveva comunicato che Leclerc sarebbe partito regolarmente dalla pole.

In attesa del comunicato ufficiale, da Maranello fanno trapelare che non è stato un errore concentrarsi soltanto sul cambio, in quanto sono state seguite le procedure in caso di incidenti indagando soltanto sulla parte della vettura che era finita a muro, e per questo motivo quando il motore della SF21 è stato acceso tutto era a posto. 

 

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore