auto low cost italia

Per l’epoca in cui stiamo vivendo, di sicuro affrontare la spesa di un cambio auto non è proprio alla portata di tutti, anzi. La maggior parte delle famiglie italiane infatti fa fatica ad arrivare alla fine del mese e districarsi tra gli stipendi sempre troppo bassi e gli aumenti di bollette, beni di prima necessità, carburante e non solo.

È vero anche però che il nostro Paese è tra quelli in cui l’età media delle vetture in circolazione è più alta, per questo motivo a un certo punto cambiare la macchina diventa fisiologico, una vera e propria necessità, e non un lusso. In questo scenario farà sicuramente comodo a molti sapere che ci sono modelli che hanno un prezzo di listino inferiore ai 15.000 euro, cifra più o meno abbordabile per tutti. In molti casi non si può di certo pretendere l’allestimento premium, anzi, bisogna accontentarsi del base. Si tratta comunque di auto nuove e di ultima generazione, con i comfort di cui abbiamo bisogno.

Auto sotto i 15mila euro: le Dacia in vetta

Tra i marchi che da sempre offrono sul mercato europeo modelli low cost c’è senza dubbio Dacia. Partiamo dalla Duster, una delle più vendute in assoluto anche in Italia. Il SUV compatto rumeno offre a listino un allestimento che rientra nella soglia dei 15.000 euro. Parliamo della variante Access a trazione anteriore, disponibile sia 1.0 TCe 90, motore tre cilindri 999 cc da 90 cavalli, sia bifuel benzina/GPL 1.0 TCe 100 GPL Eco-G, 7 litri/100 km, con 127 g/km di emissioni di CO2, rientra infatti negli incentivi 2022. Il prezzo di listino della versione a benzina parte da 14.350 euro, del bifuel da 14.950 euro.

Il secondo modello di Dacia è la Sandero, disponibile nella versione tre cilindri da 999 cc, benzina disponibile sia in versione aspirata Sce da 65 cavalli (solo per la Streetway) che turbo Tce da 90, a listino anche come bifuel GPL Tce Eco-G. Dacia Sandero è da sempre molto apprezzata dalla clientela italiana, complice il suo prezzo accessibile che parte da 11.500 euro per l’allestimento Essential e da 12.550 euro per la variante Comfort (entrambe con motorizzazione da 65 cavalli di potenza).

Fiat Panda: non poteva mancare

L’auto che senza dubbio non poteva mancare in questa classifica è Fiat Panda, sempre in vetta tra i modelli preferiti e più venduti in Italia. L’utilitaria storica della Casa torinese, che negli anni si è evoluta dando sempre il meglio di sé, ma mantenendo il DNA di sempre, rientra nei 15.000 euro di prezzo massimo, almeno nella versione d’ingresso alla gamma.

La variante Mild Hybrid con motore 1.0 FirleFly, in grado di erogare complessivamente 51 kW o 70 cavalli e di emettere solo 113 g/km di CO2 costa proprio 15.000 euro tondi.

Al fianco di Fiat Panda troviamo un altro modello di Stellantis, la Lancia Ypsilon. La versione Online Limited Edition vanta un prezzo di listino inferiore ai 15.000 euro: al cliente costa infatti 14.800 euro. Monta il motore 1.0 FireFly da 70 CV con lo stesso sistema Mild Hybrid della Panda, e rispetto alla cugina emette poco meno CO2 (112 g/km), beneficiando quindi degli ecobonus statali, che ormai sono agli sgoccioli.

E infine c’è la coreana Hyundai i10, vettura tanto apprezzata sia per le sue dimensioni compatte che per il comfort a bordo. A listino la Casa offre una variante con motore benzina 1.0 Mpi da 87 cavalli che nell’allestimento Ecopack Advanced costa 13.450 euro, nella Advanced 13.600 euro e nella Tech 15.000 euro.

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore