Nerva Exe batteria

Parliamo sempre più spesso di auto e moto a zero emissioni, ma anche il mercato degli scooter elettrici è in grande espansione. Le proposte che vediamo ogni giorno sono tante, nuovi mezzi a due ruote che funzionano senza carburante, in grado di rendere più sostenibili gli spostamenti quotidiani.

Con gli scooter elettrici si stanno sviluppando molto anche il mondo delle eBike e quello dei monopattini elettrici (sono state proposte nuove regole per disciplinarne la circolazione). Le proposte lanciate di recente sul mercato riguardano principalmente scooter elettrici innovativi e leggeri, pensato per l’utilizzo urbano di tutti i giorni. Sono meno invece i veicoli a batteria con batterie più grandi e pesanti, più adatte a chi vuole usare la sua moto anche per gite fuori porta. E oggi parliamo proprio di uno scooter di questo tipo, che arriva dalla Spagna, e che monterà per la prima volta una batteria LFP. Si chiama Nerva Exe, vanta dimensioni che mirano ad un comfort più elevato rispetto a quello dei piccoli scooter a batteria da città. Per quanto riguarda invece le prestazioni, parliamo di un modello simile ai 125 cc endotermici.

Nerva Exe, come è fatto

Il nuovo scooter elettrico di Nerva (ne parliamo dopo aver presentato la super moto elettrica da record) vanta un motore da 12,1 kW e monta una batteria al litio ferro fosfato di nuova generazione, in grado di offrire all’utente un numero di cicli di ricarica senza dubbio più elevato rispetto alle batterie agli ioni di litio che siamo abituati a vedere su questi veicoli a due ruote. Lo scooter Nerva Exe verrà prodotto in Cina, per il momento non sappiamo ancora nulla sul suo debutto e sulla data di lancio sul mercato.

Batterie LFP: di che cosa si tratta

Nerva è la società spagnola specializzata nella mobilità elettrica che ha presentato il suo nuovo scooter Exe a zero emissioni. La grande differenza rispetto agli altri due ruote della medesima categoria che siamo abituati a vedere sul mercato è nascosta sotto le carene: non la vediamo nell’estetica, ma nella dotazione. E infatti Nerva Exe possiede un motore elettrico non troppo performante nella potenza di picco (12,1 kW) e l’innovativo pacco batteria LFP, con polo positivo fatto di fosfato di ferro e litio.

Nerva Exe: la batteria al litio ferro fosfato di nuova generazione

Per chi non conosce questa categoria di accumulatori, possiamo dire che offrono certamente una protezione antincendio più alta, e una capacità maggiore di sostenere cicli di ricarica. Lo svantaggio c’è comunque, visto che la densità e la tensione di energia prodotte sono più basse rispetto a quelle delle celle agli ioni di litio, le batterie innovative LFP hanno bisogno di un numero di celle superiore che possa compensare il deficit; chiaramente gli aspetti che ne risentono sono il peso e l’ingombro (227 kg che, per una moto da 12,1 kW di potenza sono davvero troppi per poter eccellere nelle prestazioni).

Le dimensioni dello scooter Nerva Exe

Ma non è solo l’ingombrante pacco batteria ad ‘appesantire’ le proporzioni dello scooter, Nerva ha realizzato la sua due ruote elettrica anche cercando di offrire un comfort da maxi scooter; sotto la sella, per esempio, ci stanno ben due caschi. È chiaro che peso e dimensioni ne risentano parecchio. Exe offre al pilota quattro differenti modalità di guida che consentono di regolare l’erogazione della coppia, un display da 5 pollici abbinato al tachimetro analogico e il sistema connettività Bluetooth per smartphone. Anche se non abbiamo ancora notizie ufficiali sulla sua commercializzazione, possiamo dire che i prezzi dello scooter elettrico potrebbero partire (secondo quanto dichiarato dalla Casa) da 3.380 euro.

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore