La Nissan Z non arriverà in Europa (se non attraverso l’importazione parallela di alcuni concessionari, anche italiani), ma nel resto del mondo sta facendo parlare di sé. In particolare, il design è un argomento di discussione tra gli appassionati e gli stessi progettisti di Nissan. Proprio la Casa giapponese ha rivelato alcuni “dietro le quinte” riguardo la nascita della Z.

Un contest globale

Le due figure più importanti dietro al design della nuova Nissan sono stati Naoyuki Ohkoshi e Takuya Yamashita. Il primo si è occupato del look esterno, mentre il secondo ha concepito gli interni. Tuttavia, non sono stati gli unici a contribuire alla nascita della Z.

Le forme definitive della sportiva, infatti, sono stato il frutto di una sorta di concorso che ha riguardato i team di design di Nissan da Giappone, Cina, Stati Uniti e Regno Unito. Dei 100 progetti inviati, solo 3 sono arrivati in “finale”. I tre concept hanno preso forma in un modello in scala 1:1 in argilla e sono stati valutati dalla dirigenza di Nissan che ha incoronato la proposta del team giapponese.

Numeri da vera sportiva

Come detto, per il momento la Nissan Z non è destinata a raggiungere il Vecchio Continente. Eppure, almeno sulla carta, il modello avrebbe i numeri per dire la sua in una nicchia di mercato.

Nissan Z (2022)

Oltre al design che mette insieme gli stili delle Z del passato, infatti, la Nissan può contare su un 3.0 V6 biturbo che tocca i 405 CV e 475 Nm di coppia. Lo scatto 0-100 km/h è inferiore ai 5 secondi e la si può ordinare col cambio manuale 6 rapporti, una merce rarissima di questi tempi. In alternativa, è disponibile un rapido automatico a 9 rapporti.

La Nissan Z sbarcherà negli USA nella primavera 2022 e alcuni report non ufficiali parlano di un prezzo intorno ai 35 mila dollari (circa 30 mila euro).

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore