Nissan Z: fedele alla linea

VECCHIA SCUOLA – Quella che stiamo vivendo è un’epoca di transizione verso la mobilità elettrica, tuttavia non mancano le case automobilistiche che ancora propongono sportive “vecchia scuola”. Come la nuova Nissan Z settima generazione delle coupé della serie Z, che sostituisce la 370Z. Sarà disponibile nei concessionari americani nella primavera del 2022, con prezzi che potrebbero partire da circa 40.000 dollari ma, purtroppo, non dovrebbe arrivare in Europa. La sua rivale diretta è la Toyota Supra.

RETRO DESIGN – La Nissan Z è di fatto la versione di produzione della Nissan Proto, concept presentata lo scorso anno. Differisce da quest’ultima essenzialmente per la presenza di un alettone posteriore, ma sono stati mantenuti i richiami alla prima 240Z del 1969, visibili soprattutto nel frontale, e in particolare nella forma dei fari e nella griglia rettangolare. La parte posteriore, invece, è ispirata alla 300Z del 1989. La carrozzeria sarà disponibile in tre colori monotono e sei tonalità bicolore. L’interno della Nissan Z appare razionale e senza troppi fronzoli, con alcuni elementi retrò come i tre strumenti tondi posti sulla sommità del cruscotto, che richiamano quelli della 240Z.

MANUALE O AUTOMATICA – Sotto il cofano della nuova Nissan Z troviamo un V6 biturbo di 3 litri che eroga 400 CV e 475 Nm di coppia trasmettendo la trazione alle ruote posteriori e abbinabile al manuale a sei velocità o al manuale a 9 rapporti. Le varianti con cambio manuale a sei velocità son dotate di un albero di trasmissione in fibra di carbonio, quelle con l’automatico invece possono contare sulla possibilità di scelta della modalità di guida tra standard e sport.

UN TELAIO DA SPORTIVA – Rispetto alla precedente 370Z, la Nissan Z è dotata di nuovi ammortizzatori anteriori monotubo e posteriori con un diametro maggiorato, che comportano una riduzione del 20% della forza di smorzamento così da aiutare a minimizzare gli urti sulle superfici irregolari. Inedita anche la geometria delle sospensioni in alluminio a doppio braccio oscillante. Queste modifiche, unite alla maggiore rigidità della scocca e al servosterzo elettronico, incrementano le prestazioni in curva del 13%.

DUE VARIANTI – La Nissan Z dispone inoltre di pinze dei freni in alluminio a quattro pistoncini all’anteriore e a due al posteriore. Saranno disponibili due varianti  della vettura: Sport e Performance. Sarà inoltre disponibile una variante a tiratura limitata denominata Z Proto Spec, che sarà prodotta in 240 unità, dotata di pinze dei freni gialle, cerchi color bronzo, sedili rivestiti in pelle con accenti gialli e cuciture dello stesso colore.

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore