Nuova Jeep Grand Cherokee: quasi pronta al debutto

POCO DA NASCONDERE – Sul mercato dal 2010, la quarta generazione della Jeep Grand Cherokee inizia a sentire il peso degli anni rispetto alle più moderne rivali, a partire dalle BMW X5 e Mercedes GLE. E così, il produttore americano lancerà nel 2021 l’erede di questo fortunato modello, fra le capostipiti nella categoria delle suv di grandi dimensioni. In attesa del via alla produzione, che dovrebbe arrivare nei primi mesi del prossimo anno, la Grand Cherokee sta effettuando gli ultimi test di sviluppo con camuffature più lievia mascherare la carrozzeria, segno che ormai c’è poco da nascondere. 

TRADIZIONE E MODERNITÀ – A livello stilistico, la nuova Jeep Grand Cherokee avrà molto in comune con la “sorella maggiore” Grand Wagoneer, suv di lusso per il mercato americano: come si nota dalle foto spia pubblicate dal sito internet CarScoops, la carrozzeria avrà forme forme possenti, in pieno stile Jeep, con un frontale alto e impreziosito dalla tradizionale mascherina con sette aperture verticali, passaruota squadrati (altro segno distintivo delle Jeep) e il tetto piatto. In più, non mancheranno alcuni dettagli all’insegna della modernità, come i sottili fari anteriori a led e le altrettanto affilate luci posteriori, in entrambi i casi a sviluppo orizzontale. 

IL GIUSTO MIX – La plancia della Grand Cherokee del 2021 dovrebbe unire lusso e tecnologia, come chiedono i clienti delle suv di questa categoria: ci saranno estesi rivestimenti in pelle e rifiniture in materiali pregiati, ma anche il cruscotto digitale e l’ultima evoluzione del sistema multimediale Uconnect, dotato di un grande schermo tattile nella consolle.  

DUE VARIANTI – Basata su un’evoluzione del pianale che adottano le Alfa Romeo Giulia e Stelvio, la nuova generazione della Jeep Grand Cherokee sarà offerta in due varianti: la standard, con due file di sedili; e quella a passo lungo, con la terza fila di sedili e più spazio in lunghezza per i passeggeri posteriori. Fra i motori, oltre al 6 cilindri a benzina, ci dovrebbero essere anche un ibrido con batterie ricaricabili e un 8 cilindri per le versioni pepate.

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore