Motor1.com Logo

Che differenza c’è tra un SUV e un crossover? Per classificarli, di solito, si fa riferimento all’altezza della carrozzeria e alla presenza o meno della trazione integrale. I SUV quindi dovrebbero essere più alti e con quattro ruote motrici, i crossover più bassi e a due ruote motrici.

La realtà comunque è più fluida, nel senso che la percezione di queste classificazioni da parte delle persone non è poi così rigorosa. E poi il concetto stesso di crossover si basa sul mescolare le caratteristiche di tipologie di auto diverse.

Come nel caso della Peugeot 408, che è rialzata ma non come un tipico SUV, (da cui prende però degli elementi stilistici) e ha le proporzioni di una berlina con un tetto quasi da coupé. Senza sacrificare la versatilità per gli spazi interni. Potete farvi un’idea più precisa guardando le immagini del nostro video.

Fastback rialzata

In altre parole, la Peugeot 408 che era stata anticipata da queste immagini si può definire anche come una fastback più alta da terra, ma non troppo. Parliamo infatti di 1,48 metri di altezza cioè un paio di centimetri in meno della berlina 5 porte Peugeot 308 e 15 centimetri in meno del SUV Peugeot 3008.
La lunghezza è di 4,69 metri, un valore che quindi va oltre i tipici 4,50 metri che delimitano i modelli del cosiddetto segmento C, categoria a cui comunque la Peugeot 408 appartiene se si considera la piattaforma su cui è costruita: la EMP2 evo che condivide con le già citate Peugeot 308 e Peugeot 3008. Il coefficiente di penetrazione aerodinamica Cx, invece, è pari a 0,28, e il peso parte da poco meno di 1.400 kg (1.396 kg per la motorizzazione più piccola).

Lunghezza469 cm
Altezza148 cm
Passo279 cm
Altezza da terra19 cm
Peso1.396 kg (1.2 benzina)

Disponibile anche elettrica

La base telaistica permetterà anche di offrire una versione 100% elettrica della Peugeot 408, cosa che avvicina questa nuova francese a modelli come la Kia EV6 o la Hyundai Ioniq 5, anche loro completamente elettriche e con un’impostazione da crossover diversa dal solito. In particolare per la distanza tra le ruote anteriori e le ruote posteriori – il passo, di quasi 3 metri – che anche sulla Peugeot 408 è molto slanciato (2,79 metri). Anche la distanza da terra della carrozzeria della 408 conferma che stiamo parlando di un crossover non eccessivamente rialzato: circa 3 centimetri in più rispetto alla berlina Peugeot 308.

Carrozzeria scolpita

Le superfici della 408 sono molto lavorate, gli spigoli movimentano molto la carrozzeria, con dettagli ricercati come la griglia anteriore, che ha una calandra con feritoie a densità differenziata. I fari si posso avere a matrice di LED e si è cercato di sperimentare con le linee in diversi aspetti, come nella geometria delle ruote (da 17” a 20”) – che uniscono forme rettangolari a quella circolare – e nell’aspetto delle parti a contrasto su passaruota, minigonne e paraurti, tipici dei SUV.

Peugeot 408 (2023)
Peugeot 408 (2023)

Spazio dietro e nel bagagliaio

Oltre a questi dettagli stilistici si trovano anche soluzioni pensate per migliorare la versatilità. Le appendici aerodinamiche sopra il lunotto, infatti, nascondono le cerniere che permettono di aprire il portellone del bagagliaio da 536 litri, che essendo montate dietro i montanti posteriori non vanno a sacrificare lo spazio per i passeggeri, nonostante l’andamento discendente del tetto. In particolare, ci sono 19 cm a disposizione delle gambe di chi siede dietro, la lunghezza migliore di tutti i modelli Peugeot. In più, l’accesso al vano di carico da 5 porte migliora la praticità di utilizzo rispetto a una classica berlina a 3 volumi o a un tradizionale coupé.

Nuovo abitacolo iCockpit

Nell’abitacolo della Peugeot 408 viene aggiornato il concetto iCockpit con cui da diversi anni viene impostata la plancia delle auto di questo marchio. Nello specifico, oltre alla strumentazione digitale e al display centrale da 10” del sistema infotelematico c’è un terzo schermo touch, con le scorciatoie per le funzioni più importanti come il tasto “home”, il reparto audio, il climatizzatore, la navigazione o le impostazioni generali del sistema. Tra le particolarità pensate per migliorare il comfort, ci sono: sedili con classificazione ergonomica AGR regolabili elettricamente e con funzione di massaggio; parabrezza riscaldabile; vetri anteriori stratificati; impianto Hi-Fi Focal.

Peugeot 408 (2023)

Motori benzina e plug-in

I motori disponibili al lancio della nuova Peugeot 408 sono un 3 cilindri 1.2 turbo benzina da 130 CV e un 4 cilindri 1.6 turbo benzina ibrido plug-in da 180 CV e 225 CV, con una batteria da 12,4kWh ricaricabile in AC a 3,7 kW oppure 7,4 kW. In abbinamento, su tutte, a un cambio automatico con 8 marce, mentre non è prevista nessuna motorizzazione diesel.

Peugeot 408 (2023)

I sistemi di sicurezza

Per i sistemi di assistenza alla guida ADAS, la Peugeot 408 utilizza 6 telecamere e 9 radar, che gestiscono – tra gli altri dispositivi – il cruise control adattivo con funzione stop and go, la frenata automatica di emergenza fino a 140 km/h, mantenitore di corsia attivo, la visione notturna a infrarossi, un sensore di angolo cieco laterale a lunga gittata (fino a 75 metri), l’avviso di flussi laterali di traffico in fase di retromarcia.

Arriva nel 2023

L’arrivo sul mercato è previsto per il 2023 in 6 colori di
carrozzeria (la tinta di lancio Blu Obsession, il nuovo colore Grigio Titanium, Grigio Artense, Rosso Elixir, Bianco Perla, Nero Perla), con la produzione nello stabilimento francese di Mulhouse e in quello cinese di Chengdu (per il mercato locale).

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore