Porsche 911 (993) in Azzurro Lapo: l’ultima creazione di Garage Italia

La Porsche 911, versione 993, è un mito assoluto dell’automobile, l’ultima 911 con raffreddamento ad aria e un capolavoro del design, con linee pulite e morbide, moderne ma classiche al tempo stesso. L’atelier milanese, Garage Italia, ne ha presa una e l’ha convertita nella “Azul”, una 993 verniciata in “Azzurro Lapo” con degli interni rivisitati per avere un’impennata decisa verso il lusso e l’esclusività.

L’azienda fondata da Lapo Elkann, su questa sportiva tedesca ha optato un set di cerchi in alluminio da 18” marchiati Ruf e un treno di pneumatici ad alte prestazioni Michelin Pilot Sport. Attraverso le ruote si osservano le pinze dei freni blu con logo Garage Italia nero. Un pacchetto eccellente per una vettura speciale.

Carattere deciso

Nell’abitacolo si hanno le maggiori rivisitazioni, infatti questa 911 si presenta con un ambiente interno dove predomina un contrasto tra le tinte blu e bianche. Il Volante, parte della plancia e del tunnel centrale riprendono l’Azzurro Lapo degli esterni, mentre il cambio, i sedili e i pannelli delle portiere sono di colore chiaro. A concludere con l’idea di aristocratico salotto su quattro ruote c’è in dotazione anche la Moquette “Blu Provenza” premium.

Motore Originale

Garage Italia, in tutto questo, non ha rilasciato dichiarazione e informazioni per quanto riguarda la scheda tecnica. È facile ipotizzare che, trattandosi di una 911 Turbo, sotto al cofano risieda il motore originale da 408 CV. La potenza, scaricata sulle quattro ruote motrici, si traduce in uno scatto 0-100 km/h di 4,5 secondi e in una velocità massima di 290 km/h.

Un vero gioiello degli anni ’90, che non ha bisogno di cambiare per rendere ancora più di quanto non faccia. L’atelier milanese con questa ultima creazione si dimostra particolarmente attivo nell’ultimo anno, avendo dato vita a moltissimi esemplari di auto particolari e unici in ogni suo dettaglio, proprio come questa immortale Porsche 911 Turbo.

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore