A tutta tecnologia

Plancia e comandi
Superfici piane, spigoli e materiali di notevole qualità (oltre che ben assemblati) dominano la scena. Molte finiture di pregio, però, sono optional; per esempio gli inserti in alluminio su porte e plancia (pacchetto Interni Design Selection). Il cruscotto digitale di 12,3’’ anziché 10,3” non costa molto e ha due modalità: con elementi tondi (tachimetro e contagiri) grandi o piccoli. Nella parte centrale può mostrare la mappa del navigaotre, le stazioni radio e altro ancora. Lo schermo centrale di 10,1’’ dell’Audi Q3 Sportback è orientato verso il guidatore: da spento si “mimetizza” con l’elemento laccato nero in cui è inserito. Da qui si comanda il valido sistema multimediale: reattivo e ricco, ha di serie il valido navigatore connesso al web, ma Apple CarPlay (utilizzabile anche senza collegare lo smartphone con un cavetto) e Android Auto si pagano diverse centinaia di euro. Consigliamo il non caro hi-fi “base” Audi Soundsystem con 10 altoparlanti, dal suono avvolgente e potente. A portata di dita e intuitivi i comandi a rotella per “clima” e audio nella consolle. Sotto ci sono dei tasti “a pianoforte”: fra questi, non di rapida individuazione, quello per le “quattro frecce”. Di pregio i rivestimenti in ecopelle (vera al centro dei sedili) e Alcantara estesi alle porte (optional). Ma le regolazioni elettriche (anche lombari) delle poltrone sono care: oltre 1.000 euro. 

Abitabilità
A bordo dell’Audi Q3 Sportback lo spazio non manca affatto. Le regolazioni del volante (ben sagomato) sono ampie e non mancano le cinture di sicurezza regolabili in altezza; avvolgenti le poltrone sportive (di serie), specie nella parte posteriore della seduta (che è allungabile). Peccato solo che il maniglione  per chiudere la porta, verticale e in posizione avanzata, non faciliti l’operazione. Dietro, sui lati, solo chi supera i 195 cm rischia di toccare il soffitto con la testa, e anche al centro la seduta non è “da fachiri”. Il bracciolo centrale a scomparsa con portabibita si paga a parte, mentre il pratico divano scorrevole con schienale regolabile nell’inclinazione, le bocchette dell’aria e le due ampie “vaschette” aperte ai lati della seduta sono di serie.

Bagagliaio
L’Audi Q3 Sportback ha un vano capiente e ben sfruttabile, ed è anche una delle poche suv medie a offrire il divano scorrevole. L’imboccatura è abbastanza ampia (ricalca quella della Q3 “normale”) e la protezione in acciaio per la soglia è un dettaglio raffinato. Lo schienale è frazionato in tre parti (di serie): quando è giù, col fondo nella posizione più alta si ottiene una superficie di carico piatta. Il non caro pacchetto Portaoggetti comprende anche luci a led supplementari e una presa a 12 V.

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore