Le città più belle e rinomate, e di conseguenza più visitate, sono anche tra quelle che hanno solitamente maggiori problemi legati al traffico e all’inquinamento, contro i quali l’unica soluzione è quella di limitare l’accesso alle zone centrali. Tra strisce bluzone a traffico limitatoblocchi della circolazione dunque, anche i costi di utilizzo di auto e motoveicoli aumentano sempre più.

Il nostro percorso tra le 10 città più grandi e trafficate d’Italia e d’Europa per questo nono appuntamento fa tappa nella romantica Firenze: di seguito vedremo come orientarsi tra limitazioni permessi e regole speciali in modo da capire quali sono i costi da sostenere per spostarsi su un veicolo privato nella città dei poeti e degli artisti. La settimana prossima, lunedì 10 maggio sempre alle 8:00, toccherà invece a Bari.

Iniziamo con il dire che chi cerca informazioni aggiornate su come muoversi a Firenze ha due possibilità: la prima è la pagina dedicata alla mobilità del sito del comune di Firenze, la seconda è consultare il sito turistico VisitFlorence, che contiene molti consigli utili e pratici sui luoghi da evitare in auto e sul miglior utilizzo dei mezzi pubblici e delle altre forme di mobilità. Ecco comunque le informazioni più importanti:

Tariffe generali

Strisce Blu: tra 1 € e 3 € l’ora (gratis per residenti, sconto 50% veicoli elettrici e ibridi)
Z.T.L.:  da 30 € a 120 € l’anno
Ulteriori restrizioni: blocchi del traffico

Z.T.L. a Firenze

Firenze possiede un articolato sistema di Zone a Traffico Limitato, nell’area centrale, e di Zone Controllo di Sosta, in quelle più periferiche. Le Z.T.L. sono attive in orari diversi e per entrarvi con un veicolo è necessario munirsi di contrassegno che però soltanto alcune categorie di utenti possono ottenere, come i residenti o chi lavora in queste zone, e che costa dai 30 € ai 120 € l’anno a seconda dei requisiti del richiedente. La mappa aggiornata è scaricabile qui.

Ai turisti si sconsiglia fortemente di avvicinarsi a queste aree in auto, perché anche se ci sono sempre vie d’uscita o rotatorie che consentano di cambiar direzione per tempo, non è difficile sbagliare e infilarsi nelle vie interdette. Discorso un po’ diverso per le auto elettriche, che possono accedervi anche se a determinate condizioni di cui parliamo più avanti nella sezione apposita.

Le Zone Controllo di Sosta sono invece accessibili da tutti gli utenti della strada ed è qui che si trovano le zone di parcheggio a pagamento. Nella ZCS 1 parcheggiare negli spazi di sosta promiscua costa 1,50 €/ora, in quelli a rotazione 2 € la prima ora e 3 € per le successive, mentre nelle ZCS 2, 3, 4 e 5 i prezzi si abbassano fino ad un minimo di 1 €/ora.

Auto Ibride ed elettriche

Le elettriche pure possono transitare liberamente in Z.T.L. devono però essere inserite nella “lista bianca” comunicando la targa alla società affidataria del servizio di gestione della Z.T.L. che a Firenze è SAS Spa.

I veicoli ecologici godono di qualche vantaggio anche nelle Zone Controllo di Sosta: sia le auto elettriche sia le ibride hanno diritto a uno sconto del 50% ottenibile utilizzando la app Tap&Park, previa registrazione.

Divieti di circolazione benzina e Diesel a Firenze

A partire dallo scorso 31 marzo il comune di Firenze ha esteso il divieto di circolazione all’interno della Z.T.L. e nell’area dei viali di circonvallazione tra viale Amendola-Giovine Italia e piazza della Libertà ai Diesel Euro 3 e Euro 4, oltre che ai benzina Euro 1 e ai Diesel fino a Euro 2 per cui la limitazione era già attiva. Per i residenti c’è però una proroga fino al 30 settembre 2022.

In sintesi, i divieti di circolazione sono validi dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 18:30 per:

Le sanzioni

Per chi circola senza autorizzazione o con veicoli che violano il divieto, le multe possono andare da 80 a 335 euro, più eventuali spese di notifica intorno ai 15 euro. C’è la possibilità di ottenere uno sconto del 30% se il versamento avviene entro 5 giorni dalla data della notifica.

Car Sharing

Anche a Firenze il principale servizio di car sharing è il diffuso Enjoy sono attivi due servizi: il primo è il diffuso Enjoy, con una flotta di 86 Fiat 500. Il secondo si chiama TiMove ed è un servizio dall’offerta particolarmente ampia che permette di noleggiare dai monopattini elettrici ai Van.

SocietàModelliIscrizioneTariffa a tempoTariffa a kmAbbonamenti
EnjoyFiat 500gratis se il mezzo si raggiunge entro 20′, poi 0,19 euro/minuto0,29 euro/minuto fino a 50 km0,29 euro a km (scatta dopo i primi 50 a tempo)Tariffe giornaliere da 49 euro/1 giorno (50 km) a 600 euro – 15 giorni (750 km)
 
TiMoveCitroen C1, C3 e C3 Aircross, DS 3 Crossback, Fiat 500 e Panda, Nissan Leaf, Peugeot 208, Toyota Aygo, Gratuita per le city car, pe rle altre “sblocco” da 6,60 a 7,50 euro (con 30′ inclusi)da 0,20 a 0,25 euro/minuto per i primi 60 minuti, da 0,15 a 0,20 euro/minuto dal 61° minuto fino alla soglia della tariffa giornaliera0,18 euro a km dopo i primi 50 kmTariffe giornaliere da 49,90 a 69,90 euro/1 giorno con 50 km inclusi. Abbonamento mensile da 99 euro con 48 ore a 339 euro con 240 ore nell’arco del mese

Come muoversi nelle città Italiane – tutte le guide

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore