Motor1.com Logo

L’alleanza Renault Nissan Mitsubishi rilancia in maniera prepotente sull’auto a batteria e annuncia la presentazione di 35 nuovi modelli elettrici entro il 2030. Partendo dallo schema già definito “Leader-Follower” sulla base del quale le tecnologie vengono sviluppate da un team principale (leader) e adottate poi dal resto dell’alleanza (follower), il gruppo franco-giapponese punta a una gamma per l’80% basata su piattaforme comuni.

Per la precisione saranno cinque le nuove piattaforme elettriche comuni, da sviluppare nell’arco di cinque anni e con un investimento di 25 miliardi di euro. Allo stesso tempo viene annunciato un rafforzamento della presenza di Mitsubishi in Europa, a partire dalla nuova ASX basata su non meglio precisati “bestseller Renault” che indicherebbero la futura parentela con Captur.

Cinque piattaforme elettriche per 35 modelli EV

Scendendo un po’ più nel dettaglio di questo importante annuncio sulla strada dell’elettrificazione, vediamo che le cinque piattaforme elettriche hanno già un nome e un chiaro posizionamento di mercato per i modelli a cui faranno da base.

Si parte con l’architettura CMF-AEV, definita “la più conveniente del mondo” e che già fa da base alla Dacia Spring. Un gradino più in alto e destinata a utilitarie e city car è la KEI-EV, seguita dalla LCV-EV per i veicoli commerciali e multispazio come Renault Kangoo e Nissan Town Star.

Già conosciuta è anche la piattaforma CMF-EV che già ha dato vita a Nissan Ariya e Renault Megane E-Tech Electric. Entro il 2030 la CMF-EV darà vita a più di 15 i modelli elettrici e fino a 1,5 milioni di veicoli prodotti ogni anno.

Un ruolo chiave l’avrà poi la piattaforma elettrica CMF-BEV che sarà lanciata nel 2024 e garantirà un’autonomia fino a 400 km. Ogni anno saranno prodotti 250.000 vetture su questa piattaforma, con i marchi Renault, Alpine e Nissan. Tra questi ci saranno anche l’elettrica Renault R5 e una nuova compatta a zero emissioni che prenderà il posto della Micra, disegnata da Nissan e ingegnerizzata da Renault per essere costruita nello stabilimento Renault ElectriCity nel nord della Francia

Notizia in aggiornamento

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore