La Toyota RAV4 compie 30 anni. In un’epoca in cui marchi popolari come Volkswagen erano ben lontani dal pensare ai SUV, Toyota lancia questa classe di veicoli che oggi ha tanto successo.

Diamo uno sguardo al passato, tornando alla primavera del 1994, quando Toyota presenta al Salone dell’Automobile di Ginevra un nuovo e audace tipo di veicolo: un SUV compatto (un termine ancora poco diffuso all’epoca) con trazione integrale e carrozzeria monoscocca.

Una partenza subito buona

Il suo nome è RAV4, “Recreational Active Vehicle with 4-wheel drive” o “Robust Accurate Vehicle with 4-wheel drive”, anche se non tutti i RAV4 vengono forniti con la trazione integrale.

L’idea di RAV4 viene presentata per la prima volta al Tokyo Motor Show del 1989. Il concept vehicle RAV-FOUR dimostra l’interesse di Toyota per lo sviluppo di un modello compatto a trazione integrale e il progetto riceve il via libera nel 1991.

All’inizio dell’estate del 1994, l’auto entra in concessionaria e fin da subito riceve una risposta estremamente positiva, sia dai media che dai clienti. La posizione di seduta più alta offre una migliore visibilità e trasmette un’esperienza di guida sicura. Toyota combina buone capacità da fuoristrada con caratteristiche di guida agili e confortevoli, cosa che distingue la RAV4 dai classici fuoristrada.

La prima generazione (1994 – 2000)

I designer Toyota creano un nuovo look audace per la RAV4, conferendo al modello curve sorprendenti e linee uniche. La ruota di scorta montata posteriormente fa pensare alle capacità fuoristradistiche, ma l’auto è adatta alla città.

La prima RAV4 è una compatta a tre porte, lunga 3,69 metri, alimentata da un motore a benzina da 2,0 litri montato trasversalmente che eroga 129 CV e dispone di trazione integrale permanente.

Toyota RAV4, prima generazione

Le innovazioni includono una carrozzeria monoscocca leggera e sospensioni posteriori indipendenti. La posizione di seduta alta offre una migliore visione d’insieme e le sue dimensioni compatte la rendono facile da manovrare. Le caratteristiche di guida agile e il comfort ricordano più un’utilitaria compatta che un veicolo a trazione integrale.

Nel 1996 la gamma viene ampliata con una versione a cinque porte, lunga 4,1 metri e a trazione anteriore; segue anche un modello a tre porte con capote. Nel 1997, in alcuni mercati selezionati, viene offerta una versione elettrica a batteria con trazione anteriore. Ha una modesta potenza di 45 kW (63 CV), batterie al nichel-metallo idruro nel pianale del veicolo e un’autonomia stimata di circa 200 chilometri.

30 anni di Toyota RAV4

La seconda generazione (2000-2006)

La seconda generazione di RAV4 non ha solo una nuova piattaforma e sospensioni inedite, ha pure la trazione integrale e un comportamento di guida migliorato sia su strada che in fuoristrada.

Gli interni, funzionali e confortevoli, vengono arricchiti con un design di qualità superiore, una più ampia gamma di regolazioni dei sedili e diverse configurazioni delle sedute posteriori.

Sia il modello a tre porte che quello a cinque porte sono leggermente più lunghi, rispettivamente di 5,5 e 4 centimetri. Sono disponibili due motori a benzina: un 1,8 litri da 123 CV e un 2,0 litri da 150 CV.

La trazione integrale è dotata di un differenziale centrale a slittamento limitato e come optional è disponibile un differenziale Torsen sull’asse posteriore. Nel 2001, la RAV4 viene offerta per la prima volta con un motore diesel: il 2,0 litri D-4D che eroga una potenza di 116 CV.

30 anni di Toyota RAV4: l'icona del SUV festeggia il suo compleanno

Toyota RAV4, seconda generazione

La terza generazione (2006 – 2012)

Con la terza generazione la piattaforma cambia ancora e, per soddisfare le mutate esigenze dei clienti, il modello (cresciuto in lunghezza di 19 centimetri) viene offerto solo a cinque porte. Negli Stati Uniti e in altri mercati viene offerta anche una versione a passo lungo.

In termini di tecnologia, debutta un nuovo sistema di trazione integrale con una frizione a controllo elettronico che funziona automaticamente in base alla velocità dell’auto, alla posizione del pedale dell’acceleratore, all’angolo di sterzata e alle forze G.

Arrivano anche l’assistente alla discesa e alla partenza in salita. La scelta dei motori viene ampliata e comprende quattro benzina con cilindrata da 2,0 a 3,5 litri e un nuovo diesel da 2,2 litri.

30 anni di Toyota RAV4: l'icona del SUV festeggia il suo compleanno

Toyota RAV4, terza generazione

La quarta generazione (2013 – 2018)

Per la quarta generazione della RAV4, il passo viene standardizzato in tutto il mondo. Allo stesso tempo, il modello è più lungo di 23,5 centimetri rispetto al suo predecessore, con un conseguente aumento del 47% della capacità del bagagliaio.

Le nuove sospensioni migliorano il comfort e allo stesso tempo garantiscono caratteristiche di guida più attive senza compromettere la stabilità. Il sistema di trazione integrale beneficia del nuovo sistema intelligente Dynamic Torque Control, del controllo in curva e di una modalità sportiva.

La gamma di propulsori comprende inizialmente motori a benzina da 2,0 e 2,5 litri e motori diesel da 2,0 e 2,2 litri, poi viene introdotta una versione full hybrid. Ha una potenza totale di sistema di 197 CV, che viene messa su strada insieme al sistema di trazione integrale elettronica E-Four.

30 anni di Toyota RAV4: l'icona del SUV festeggia il suo compleanno

Toyota RAV4, quarta generazione

La quinta generazione (2018 – oggi)

La quinta generazione viene lanciata in Europa all’inizio del 2019; un anno dopo, la RAV4 raggiunge il traguardo delle dieci milioni di unità vendute nel mondo. L’attuale RAV4 è il primo SUV basato sulla piattaforma Toyota New Global Architecture, caratterizzata da un baricentro basso, un peso ridotto e un telaio stabile per una maneggevolezza e una stabilità eccezionali.

In Europa occidentale, la RAV4 è solo ibrida, con un nuovo motore Dynamic Force Hybrid da 2,5 litri. La RAV4 ibrida plug-in segue nel 2020 con un’autonomia puramente elettrica di 75 chilometri (WLTP).

Dalla sua nascita ad oggi la RAV4 è diventata una bestseller in tutto il mondo. Nel 2018 e nel 2019 è stato il modello di SUV più venduto al mondo, raggiungendo il traguardo di 14 milioni di veicoli entro la fine del 2023, di cui oltre 2,5 milioni in Europa. I propulsori ibridi o ibridi plug-in rappresentano oggi un notevole 91% delle vendite di RAV4 in Europa, con i mercati più grandi che sono Francia, Italia, Polonia, Spagna e Regno Unito.

30 anni di Toyota RAV4: l'icona del SUV festeggia il suo compleanno

Toyota RAV4, quinta generazione

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore