Alla vigilia del Gran Premio d’Austria, Valtteri Bottas ha parlato del futuro suo e del compagno Zhou Guanyu. L’obiettivo è restare il Formula 1 anche il prossimo anno ma tutto dipende dalle decisioni, che tardano ad arrivare, di un altro pilota


27 giugno 2024

Solamente qualche giorno fa è andato in archivio il GP di Spagna, ma la Formula 1 non si ferma e scalda già i motori per il prossimo appuntamento stagionale, per la precisione l’undicesimo. Infatti, questo weekend a Spielberg andrà in scena il Gran Premio d’Austria 2024. Alla vigilia di questo round, dove ritroveremo anche il format Sprint, Valtteri Bottas ha parlato, oltre alle aspettative di questa gara, di futuro, sia il suo che quello del compagno di squadra Zhou Guanyu. Infatti, almeno uno dei due dovrà dire alla Stake F1 Team dato che un sedile è stato già assegnato a Nico Hulkenberg e Sauber vuol mettere sotto contratto anche Carlos Sainz in previsione dell’arrivo di Audi nel 2026.

Come ho sempre detto, a me piace molto la Sprint Race perché da un po’ variare la situazione e poi credo che abbiamo buone possibilità di poter fare bene” ha dichiarato il pilota finlandese ai giornalisti presenti al Red Bull Ring, tra cui la nostra Diletta Colombo. “La chance c’è e crediamo, soprattutto speriamo, che il tempo migliori, anche se questa è una pista particolare, dove molto difficile fare previsioni. Mi aspetto, oltre ad un pizzico di fortuna, di avere il giusto set up per affrontare l’intero weekend e di trovare anche subito il ritmo. Normalmente abbiamo tre sessioni di prove libere ma con questo format no; quindi, sarà fondamentale trovare la giusta quadra prima delle qualifiche. Ma queste condizioni devo dire che mi piacciono con tutta questa variabilità. Questo tracciato è abbastanza estremo in termini di curve lente e ad alta velocità. Devi avere un po’ di potenza in tutte le curve. Hai velocità molto bassa, ma poi hai velocità molto alta. Quindi è importante trovare il giusto equilibrio con la configurazione. Il tempo sul giro è molto più breve, quindi è solo una questione di mettere insieme il tutto e fare una grande differenza. Quest’anno ci sarà anche la ghiaia per evitare il disastro dei track limits dello scorso anno. Mi piace questa scelta che dovrebbe risolvere questo problema“.

Bottas: “Zhou deve avere più fiducia se vuole un futuro in F1”

Zhou ha fatto grandi passi avanti rispetto allo scorso anno. E’ migliorato praticamente in tutto. Nel suo Racecraft, nella sua pura velocità di qualifica, sul suo feedback, sulla sua fiducia. Ma ovviamente questa stagione è diversa, più complicata. Penso che non sia molto a suo agio con questa vettura e questo, ovviamente, non aiuta la sua confidenza. È stato un po’ difficile per lui, ma è stato bello vederlo a Barcellona. Era sulla buona strategia e penso che la sua prestazione fosse solida in gara. Ha fatto un buon lavoro. Immagino che ora riprenderà la sua fiducia e tornerà dove dovrebbe essere. L’anno scorso in molte qualificazioni eravamo abbastanza vicini, ma ora c’è più gap. Questo significa anche che a volte mi manca un po’ di riferimento in termini di confronto dei dati. Mi aspetto che si faccia avanti di nuovo, ma tra me e lui è ancora fantastico. Siamo sempre stati buoni compagni di squadra insieme e possiamo lavorare insieme. Penso che sia cambiato da quel lato. Potrebbe fare bene in qualsiasi team, ma deve essere più confident o non troverà molto per la prossima stagione. Lo spero veramente tanto per lui”.

Bottas sul suo futuro: “Concentrato al 100% sulla F1 ma…”

“Non sono molto attivo nel mercato piloti perchè durante i weekend di gara preferisco concentrarmi sul quello che accade in pista. Questo mi interessa al momento, fare bene il mio lavoro per la squadra. Quando sono libero mi sento con il mio management per valutare le offerte dei diversi team, inclusa Sauber, ovviamente. Spero di trovare un sedile per il prossimo anno nel più breve tempo possibile. Non posso dire al momento quali siano le mie priorità in vista del futuro perché c’è qualcun altro che deve ancora decidere dove andare. Ovviamente questa attesa è pericolosa perchè alcune porte potrebbero chiudersi nel mentre, ma sono fiducioso di poter correre in Formula 1 anche il prossimo anno. Ma ovviamente, fin quando non hai firmato, nulla è confermato. All’inizio per me è stato strano il fatto che un team di volesse ma che allo stesso tempo volesse un altro pilota più di me. Strano anche che il mio futuro debba dipendere dalla decisione di un altro. Parliamoci chiaro: questo sport non sempre è giusto. Ci sono tante altre cose al di fuori della pura performance, quindi capisco grazie alla mia lunga esperienza e so che c’è una ragione a tutto questo” ha dichiarato Bottas riferndosi per vie traverse a Carlos Sainz, ancora al centro del mercato.

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore