Le auto sono sempre più tecnologiche, lo sappiamo bene. A ogni nuova generazione ci sono sistemi un tempo impensabili. Spesso di serie. Pensate alle auto che guidavano i nostri genitori, dove l’aria condizionata era un costoso optional, così come gli airbag e sistemi come ABS, controllo trazione e così via nemmeno c’erano. Oggi per fortuna li troviamo ovunque, dalle piccole citycar agli immensi SUV.

Naturalmente ci sono ancora optional su optional tra i quali scegliere, tecnologie che per alcuni sono irrinunciabili mentre per altri possono tranquillamente risultare assenti una volta configurata l’auto nuova. Di seguito vi diciamo la nostra, con i 10 “extra” dei quali non vorremmo più fare a meno. Non solo per soddisfare un qualche capriccio da nerd, ma perché li riteniamo ormai fondamentali per viaggiare in sicurezza.

Naturalmente è una lista assolutamente soggettiva, se per voi manca qualcosa oppure non trovate ciò che per voi è un “must” fatecelo sapere nei commenti.

Cruise control adattivo

Viaggio in autostrada. Limite a 130 km/h, auto intorno a noi e strada per nulla esaltante dal punto di vista delle sensazioni di guida. Ecco il regno del cruise control adattivo. Perché si può lasciare all’auto il compito di adeguare la velocità di crociera a seconda della situazione del traffico, senza dover costantemente passare dal pedale dell’acceleratore a quello del freno. Ormai poi questi sistemi sono – quasi – sempre fluidi e molto precisi. Basta ricordarsi una cosa fondamentale: sono assistenti alla guida e non tecnologie di guida autonoma. Quindi bisogna comunque sempre prestare attenzione a tutto ciò che succede intorno a noi.  

Frenata automatica di emergenza

Fa il paio con quanto detto prima: facciamo sempre affidamento sulla nostra capacità di concentrazione ma non sempre questa basta. Un’auto o un pedone che sbucano all’improvviso da dietro un angolo e i nostri riflessi che non bastano. Ecco perché la frenata automatica d’emergenza è per noi uno strumento irrinunciabile, capace di fare la differenza tra un “semplice” spavento e un incidente.

Rilevamento stanchezza conducente

Il colpo di sonno è un attimo: prima siamo svegli, poi lo siamo ancora, ma nel mezzo può succedere l’irreparabile e spessissimo non ci accorge di nulla. Proprio per questo le auto più recenti integrano al loro interno una telecamera che monitora costantemente il volto del guidatore, captandone eventuali segnali di stanchezza per attivare vari avvisi che invitano ad accostare e concedersi una sosta. 

Telecamere di parcheggio

Auto sempre più grandi, posti sempre più stretti. Il “bacio” tra paraurti è sempre in agguato. Ma non solo: anche altre auto in movimento, pedoni, ciclisti, animali e così via: una “giungla” di incognite che potrebbero anche nascondersi – loro malgrado – alla vista. Ecco perché le telecamere di parcheggio, meglio se a 360°, sono un “must have” sull’auto. 

Dashcam

Ancora una telecamera, questa volta però non per immagini “live” a mostrare l’ambiente intorno a noi, ma a riprendere quello che succede mentre ci muoviamo e non solo. Si tratta infatti di un sistema che registra in continuazione il traffico davanti a noi salvando le riprese in caso di incidente. Lo stesso avviene quando l’auto è parcheggiata e viene urtata da altri veicoli. Di dashcam ce ne sono in abbondanza da acquistare after market, ma sono sempre più numerose le auto con questo dispositivo integrato già all’origine.

Avviso angolo cieco

E a proposito di nascondersi: gli specchietti retrovisori non sempre riescono a mostrarci tutto ciò che c’è dietro di noi, con il risultato di rischiare collisioni durante svolte o sorpassi. Il sistema di monitoraggio dell’angolo cieco, con indicatori luminosi o anche sonori a indicare il pericolo, è un preziosissimo alleato.

Proiettori a matrice di LED

DS3 Crossback, la prova dei fari Matrix LED

Una volta riservati a costose ammiraglie ormai i proiettori a matrice di LED si trovano anche su piccole di segmento B. Merito del progredire della tecnologia e dell’abbattimento dei costi di ricerca e sviluppo. Così a prescindere dal tipo di auto chiunque può avere gli abbaglianti in grado di spegnere solo alcuni segmenti del fascio luminoso in caso di presenza di altri automobilisti, così da non abbagliarli, mantenendo la miglior illuminazione possibile sul resto della strada.

Apple CarPlay e Android Auto

“Ma come?” direte voi, cosa c’entrano i sistemi di mirroring con la sicurezza? Non facciamo i santarellini: anche se non si potrebbe lo smartphone non sempre rimane fermo nel porta oggetti. Tra notifiche, telefonate e così via molti lo guardano troppo spesso. Ecco perché Android Auto e Apple CarPlay sono strumenti indispensabili per la sicurezza: permettono di avere – quasi – tutto ciò che abbiamo sul nostro smartphone sul monitor dell’infotainment. Dalle mappe del navigatore alle notifiche delle varie app di messaggistica, con i messaggi letti direttamente dal sistema e la possibilità di rispondere a voce.

Caricatore wireless

Stesso discorso per quanto scritto sopra. Potrà sembrare un’assurdità pensare che una semplice piastra a induzione possa aumentare la sicurezza. Anche in questo caso però bisogna fare un esame di coscienza: quanti di voi (noi) rinunciano ad attaccare lo smartphone al cavo per ricaricare la batteria? Avere un portaoggetti a portata di mano dove sistemare il telefono senza dover armeggiare con prese o altro non è solo comodo ma diminuisce le occasioni di distrazione.

Cambio automatico

Anche in questo caso si potrebbe pensare a un discorso di mera comodità – ditemi se davvero preferite dover usare il piede sinistro per schiacciare la frizione – ma il cambio automatico è anche questione di sicurezza. Entrambe le mani rimangono sempre sul volante, le partenze in salita non rischiano di mettere in difficoltà i meno esperti.

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore