È in arrivo una nuova concorrente per la Tesla Model Y. Dalla Cina ecco la Xpeng G6, il SUV elettrico che riprende la filosofia minimalista e le proporzioni della creatura di Elon Musk.

Disponibile con powertrain fino a 476 CV, arriverà anche in Italia in autunno e promette una dotazione completa senza rinunciare alla praticità tipica di un modello di segmento D.

Xpeng G6, gli esterni

Lunga 4,75 metri, larga 1,92 m e alta 1,65 m, la G6 ricorda nelle forme morbide e nelle dimensioni la Model Y. Anche sul SUV cinese, infatti, il design è caratterizzato da linee semplici, con una zona anteriore pulita e dominata dall’inserto in nero lucido che accoglie i sottilissimi fari LED e il logo Xpeng al centro.

Xpeng G6 (2024)

Xpeng G6, il tre quarti posteriore

Ai lati dei paraurti troviamo i gruppi ottici principali e le prese d’aria, mentre il posteriore è piuttosto dinamico, con lo spoiler, i fari a sviluppo orizzontale e il nome del Costruttore scandito a chiare lettere sul portellone. Di lato, si apprezza la silhouette muscolosa, con una linea di cintura alta che si raccorda bene col profilo dei fari e dei passaruota anteriori.

Xpeng G6, gli interni

Minimalismo è la parola d’ordine anche per gli interni della G6. La plancia si caratterizza per forme geometriche semplici, ma di grande impatto. Non ci sono comandi fisici, con tutte le funzioni di guida che sono integrate nel display da 14,96” dell’infotainment, il quale si basa sull’ultima versione del sistema operativo Xmart OS sviluppato da Xpeng stessa.

Xpeng G6 (2024)
Xpeng G6 (2024)

Di fronte al conducente, invece, c’è un monitor da 10,2” per le informazioni di guida. Curate le finiture, con pelle e tessuto che danno un tocco pregiato agli interni.

Ampio il bagagliaio, che mette a disposizione una capacità minima di 571 litri, aumentabile a 1.374 litri ripiegando i sedili posteriori.

Xpeng G6, batterie e motori

La G6 si basa sulla piattaforma SEPA 2.0 con architettura a 800 Volt, la stessa impiegata sulla più grande G9. Questa permette una ricarica ultrarapida fino a 280 kW (215 kW sul modello base) grazie alla quale la batteria può passare dal 10 all’80% in meno di 20 minuti.

A tal proposito, sono due i pacchi batteria disponibili: una LFP da 66 kWh con un’autonomia di 435 km nel ciclo WLTP e una NCM (nichel-ossido di cobalto-manganese) da 87,5 kWh con un’autonomia di 570 km.

Xpeng G6 (2024)

Tre le motorizzazioni disponibili, a partire dalle Standard Range e Long Range a trazione posteriore. Entrambe erogano 440 Nm, con la prima che scarica a terra 258 CV, mentre la seconda 286 CV. Il top di gamma è l’AWD Performance, con doppio motore elettrico, trazione integrale, 476 CV e 660 Nm. Qui lo scatto 0-100 km/h è di 4,1 secondi.

Xpeng G6, i prezzi

I prezzi delle varie versioni della G6 devono ancora essere annunciati, anche se Xpeng dice che il modello base Standard Range sarà acquistabile con gli incentivi statali. Ragionevolmente, quindi, il prezzo base sarà intorno ai 42.000 euro.

Tuttavia, il Costruttore ha reso nota la dotazione di serie del SUV elettrico, che comprenderà – tra le varie cose – i cerchi in lega da 20” su pneumatici Michelin, il tetto panoramico in vetro, i sedili regolabili elettricamente e riscaldabili (quelli anteriori sono anche ventilabili), volante riscaldabile, due postazioni di ricarica wireless per smartphone da 50 W, un impianto audio da 960 W e 18 altoparlanti e la compatibilità col sistema Vehicle-To-Load.

Tra gli optional disponibili sono previsti il gancio traino a comando elettrico e le verniciature Graphite Grey, Midnight Black, Silver Frost e Fiery Orange. Di serie, la G6 è di color Arctic White.

Clicca qui per visitare la pagina dell’autore